Organo Filippo e Felice Piccaluga 1764

L’organo della Cappella Sistina – Savona (SV)

L’organo della Cappella Sistina di Savona è stato costruito da Filippo e Felice Piccaluga di Genova nel 1764.

Ubicato in cantoria sopra l’ingresso principale. Cantoria con parapetto decorato con stucchi policromi raffiguranti strumenti musicali.

Cassa lignea addossata alla parete, dipinta con soggetti floreali, con fregi scolpiti e dorati, e munita di portelle dipinte (su tela) anche internamente.
Tastiera di 45 tasti in bosso ed ebano (Do1-Do5) con prima ottava corta.
Pedaliera a leggìo di 9 pedali (Do1-Si1+ Timpano) costantemente uniti alla tastiera, senza registri propri.
Registri azionati da manette inseribili con movimento rotatorio da destra a sinistra, senza incastro, disposte verticalmente a destra della tastiera.
  • Principale
  • Ottava
  • Quinta Decima
  • Decima Nona
  • Vigesima Seconda
  • Vigesima Sesta
  • Vigesima Nona
  • Flauto in VIII
  • Voce Umana
  • Cornetto [a tre file]
Accessori: Timpano (2 canne di legno), azionato con pedale posto di seguito alla pedaliera;
Uccelliera (ricostruita) azionata da una manetta ad incastro posta a sinistra sopra la tastiera.
Mantici: tre a cuneo con pesi di piombo originali, alimentati da un elettro-ventilatore o manualmente, a corde.
Somiere maestro a tiro; crivello in cuoio. L’apposito somierino per il Timpano e l’Uccelliera è collocato a fianco di quello maestro, sul lato sinistro, vicino al ‘passo d’uomo’.
L’ordine dei registri sul somiere, a partire dalla facciata, è il seguente: Principale, Voce Umana, Ottava, Flauto in Ottava, Cornetto, Quinta Decima, Decima Nona, Vigesima Seconda, Vigesima Sesta, Vigesima Nona.
Pressione: 48 mm in colonna d’acqua.
Diapason: 422 Hz a 18 °C
Temperamento mesotonico con il lupo ripartito su due quinte (Sol#-Mib-Sib).
Lo strumento è stato restaurato da Graziano Interbartolo nel 2007/08.
2018-07-17T15:12:35+00:00